Home > Punti a briscola

Punti a briscola

Punti a briscola

Briscola è un popolare gioco di carte. Le origini della briscola sono controverse, alcuni sostengono che il gioco abbia origini olandesi, tuttavia etimologicamente il termine deriva dal francese brisque , che si riferisce ai galloni dei soldati francesi ed è quindi ritenuto più plausibile che le sue origini siano francesi. Briscola si gioca con un mazzo di 40 carte con i valori A, 2, 3, 4, 5, 6, 7, fante, cavallo, re, di semi italiani o francesi. Vi sono varianti che possono essere modifiche regionali , che generalmente non influenzano le regole principali, o modifiche più strutturali e ufficiali come ad esempio la cosiddetta Briscola Chiamata o Briscolone che modificano il gioco, tanto da costituire dei veri e propri giochi quasi a sé stanti.

Si gioca tradizionalmente con un mazzo di 40 carte regionali. I punti disponibili per ogni gioco sono in totale , vince chi ne realizza almeno 61; se i punti sono 60 per entrambi i giocatori o coppie la partita è pareggiata. I valori di presa sono nell'ordine decrescente: Asso, 3, Re, Cavallo, Donna o Fante, 7, 6, 5, 4 e 2. In alcune zone della Toscana , la donna e il cavallo chiamato gobbo si invertono: In alcune zone d'Italia il 3 ed il 7 si invertono di posto: Disposti i giocatori, il mazziere mischia le carte senza guardare il mazzo, distribuisce 3 carte ciascuno facendo 3 giri e lascia una carta sul tavolo coprendola per metà con il mazzo posto trasversalmente ad essa, in modo che rimanga visibile a tutti per l'intero gioco: Partendo dal giocatore a sinistra del mazziere [2] e continuando in senso orario [3] , ogni giocatore calerà la carta che riterrà più opportuna, con lo scopo di aggiudicarsi la mano o di totalizzare il maggior numero di punti da solo o nel gioco di coppia o di gruppo.

Da parte dei giocatori non esiste alcun obbligo di giocare un particolare tipo di seme, come invece avviene in altri giochi basati sull'atout. Mazzo Si usa un mazzo da 40 carte eliminando i jolly. Regole Il mazziere,una volta che i giocatori si sono disposti intorno al tavolo da gioco, distribuisce tre carte ciascuno , lasciando poi una carta, coperta in parte dal mazzo, al centro del tavolo. Partendo dal giocatore posto a destra del mazziere ogni giocatore scarterà la carta che riterrà più opportuna con lo scopo di aggiudicarsi la mano o totalizzare il maggior numero di punti. Egli non sarà costretto a gettare una carta dello stesso seme di quella già scoperta nel tavolo.

Ad aggiudicarsi la mano sarà o il primo giocatore che determina il seme di mano calando la carta detta carta dominate , o un altro giocatore che scarta una carta del seme di mano con valore maggiore oppure giocando una qualsiasi carta del seme di briscola, anche con valore di presa inferiore rispetto alla carta dominante. Vince chi cala la carta di briscola dal valore di presa maggiore o da chi cala una carta del seme di mano con presa maggiore.

Si gioca con un mazzo di 40 carte diviso in 4 semi di 10 carte ciascuno. I punti disponibili per ciascun gioco sono in totale , vince chi ne realizza almeno 61; se i punti sono 60 il gioco è pari. Le carte utilizzabili sono le classiche carte italiane carte piacentine , carte napoletane , siciliane e bergamasche. Il gioco classico segue delle regole basilari sostanzialmente semplici: Ogni Giocatore si ritrova 3 carte in mano, mentre la prima del mazzo, viene scoperta e posta sul tavolo per designare il seme e quindi le carte di Briscola; per convenzione la carta che designa la Briscola, viene messa per metà sotto il mazzo per tutta la durata della partita, cosicché sarà sempre visibile ai Giocatori e sarà l'ultima carta ad essere pescata.

Dopo la distribuzione delle carte inizia la serie di "mani". La briscola di Biska si gioca in uno, tre o cinque rounds. Questo significa che nella partita da tre round, ad esempio, vince la squadra o il gocatore nelle partite uno contro uno che si aggiudica per prima due round. Partendo dal primo Giocatore seduto a seguire in senso antiorario, ogni Giocatore giocherà la sua carta che riterrà più opportuna, con lo scopo di aggiudicarsi la mano o di totalizzare il maggior numero di punti nel gioco di coppia i punti saranno sommati tra i Giocatori della stessa squadra.

L'aggiudicazione della mano avviene secondo regole molto semplici: Non esiste alcun obbligo per i Giocatori successivi di giocare un particolare tipo di seme, come invece avviene in altri giochi. Alla fine la mano viene aggiudicata dal Giocatore che ha posato la carta di Briscola col valore di presa maggiore, o, in mancanza, da colui che ha giocato la carta del seme di mano comunque col valore di presa maggiore; e infine, in mancanza di carte di Briscola o altre carte del seme di mano, vince il primo Giocatore della mano, in quanto rimane l'unico ad aver giocato la carta del seme di mano.

Il Giocatore che vince la mano, prende poi tutte le carte poste sul tavolo e le ripone coperte davanti a sè; in seguito sarà il primo a prendere la prima carta del mazzo, seguito da tutti gli altri sempre in senso antiorario, e sarà sempre il primo ad aprire la mano successiva, e quindi a decidere il nuovo seme di mano. L'ultima mano è solitamente la mano più importante e spesso determinante per l'esito della partita, in quanto in essa tendono a concentrarsi il maggior numero di punti. La carta giocata dal giocatore di mano determina il seme di mano. Si aggiudica la mano chi gioca la briscola più alta o, se nessuno gioca una briscola, che gioca la carta più alta nel seme di mano.

Non esiste l'obbligo di giocare una specifica carta: Il giocatore che si aggiudica la mano prende tutte le carte sul tavolo; quindi sarà lui il primo a prendere la prima carta dal mazzo, seguito da tutti gli altri in senso antiorario e sarà lui il primo ad aprire la mano successiva e quindi a decidere il nuovo seme di mano. La smazzata consiste in una sequenza di diverse mani che si concludono con l'esaurimento del mazzo.

Finito il mazzo si gioca l'ultima mano che sarà costituita da tre prese senza pescare altre carte. L'ultima mano è solitamente la mano più importante e spesso determinante per l'esito della partita poiché in essa tendono a concentrarsi il maggior numero di punti. Se ne ricava che i punti totali di mazzo sono , quindi totalizzando almeno 61 punti si ha la certezza di vincere la smazzata. Se entrambi i giocatori totalizzano 60 punti la smazzata finisce in parità. Stabilito il numero di smazzate di cui è composta la partita, vince la singola smazzata il giocatore o la coppia che ha totalizzato un punteggio almeno pari a 61 punti.

Regole della Briscola | Giochi STARS

Briscola è un popolare gioco di carte. Le origini della briscola sono controverse, alcuni giochi quasi a sé stanti. Nella briscola non si possono vedere i punti. La briscola è un popolare gioco di carte di origine italiana giocato con un mazzo inizia con la distribuzione delle carte e si conclude con il conteggio dei punti;. Regole e varianti del gioco di carte Briscola italiana, con collegamenti ad altre fonti di asso: 11 punti tre: 10 punti Re: 4 punti Regina: 3 punti Fante: 2 punti. Per giocare a Briscola si utilizza un mazzo di 40 carte diviso in 4 semi, ciascuno di 10 carte. Nel mazzo vi sono un totale di punti, pertanto vincerà il round. Briscola in due LE CARTE. Un mazzo di carte italiane da Gli Assi valgono 11 punti; il Tre vale 10; il Re 4; il Cavallo 3; la Donna o il Fante 2. Tutte le altre. Le regole e il punteggio delle carte nel gioco della Briscola: come si gioca, come si calcolano i punti e i siti per giocare online. I punti disponibili per ciascun gioco sono in totale Se il tavolo è un "testa a testa" o "a coppie" vince il giocatore (o la coppia) che ne ha.

Toplists